A Bert Theis. Perché non sono mai riuscito a nuotare, ho deciso di volare.

Isola Art Center in collaborazione con FM Centro per l’Arte Contemporanea e Naba – Nuova Accademia di Belle Arti  organizza una serie di eventi il 10 e l’11 novembre  che nell’arco di due giorni vedranno incontri con approfondimenti teorici,  esposizioni e possibilità di incontro coinvolgendo tutti coloro che hanno conosciuto Bert.

Per l’occasione si terranno lectures da parte di studiosi, curatori e direttori delle più importanti esposizioni internazionali e istituzioni museali che hanno avuto la possibilità di collaborare a stretto contatto con Bert nel corso della genesi e realizzazione di alcune delle sue opere più note (Potemkin Lock, 1995, Biennale di Venezia / Philosophical Platform, 1997, Skulpture.Projekte Münster / Dialectical Leap, 1998, Manifesta 2 Luxembourg-Treviri / European Pentagon. Safe & Sorry Pavilion, 2007, Place de l’Europe Lussemburgo).

Gli incontri affronteranno gli elementi teorici e critici più rilevanti delle opere di Bert, nonché la loro importante rilevanza per l’attualità, sottolineando il profondo legame alla base del suo lavoro tra un approccio filosofico rigoroso e una pratica artistica capace di confrontarsi con i temi politici e sociali del suo tempo. Così come il suo impegno attivo, sempre attraverso l’arte, nel coltivare utopie concrete in contesti reali quali, ad esempio, Isola Art Center, Isola Pepe Verde e RiMaflow.
Sarà approfondito anche il profondo rapporto tra Bert e le nuove generazioni di artisti che con lui hanno potuto collaborare nell’ambito di esperienze come quella di Isola Art Center, ed anche il suo approccio all’insegnamento e il rapporto con i suoi studenti.

Una serie di eventi più informali saranno invece mirati a ricordare la figura di Bert attraverso una serie di interventi e testimonianze di chi lo ha conosciuto, ma anche per discutere, confrontarsi e riflettere insieme su come far germogliare i semi da lui piantati mantenendo viva la sua importante eredità.

Qui il programma completo.

 

Mercatino d’Autunno

Domenica 22 ottobre dalle 10 fino alle 18 torna ‘Il giardino dei baratti’!
Vi aspettiamo per vivere insieme  una giornata all’aria aperta in questo caldo tepore autunnale.  Tante le bancarelle di cose belle antiche e moderne, una volta abbandonate in fondo ad un buio cassetto o in cima al solaio,  ed ora pronte a tornare a nuova vita.  E in più abiti, accessori, libri e riviste, giocattoli e tanto altro …e poi bei lavori fatti a mano nel tempo libero, bijoux, cosmesi naturale, abitini per bambini, tessuti per la casa…..insomma.. resta solo da scegliere…

Il mercatino si terrà anche in caso di pioggia.

Green City Milano: il programma delle tre giornate in giardino

Questo fine settimana Isola Pepe Verde aderisce nuovamente a Green City Milano.  Un calendario fittissimo di appuntamenti che coinvolge tutte le zone di Milano per vivere la Natura In città.

 

In giardino abbiamo organizzato tre giorni di attività aperte a tutti:

Venerdì 22:

 alle 17.30 Gabriele Fiocco conduce un laboratorio per grandi e piccoli di disegno e costruzione di una compostiera domestica. La partecipazione è a offerta libera, info e prenotazioni su www.compostificio.it

Sabato 23:

alle 11  organizziamo una  passeggiata in quartiere dedicata a bambini e adulti per distribuire ai passanti piante, fiori e “bombe di semi” (palline di argilla contenenti semi). Un modo molto divertente per far scoprire il giardino e le piante autoctone che ognuno di noi può far crescere in casa e sui propri balconi.

Alle ore 15 inauguriamo lo splendido murales a tema ambientale che hanno realizzato i bambini dei campus estivi delle associazioni Musicaingioco e Teatroinscatola con la supervisione creativa dell’artista Ruggero Asnago.

Alle 16 merenda per tutti.

Domenica 24:

alle ore 12  aperitivo in musica con il concerto della Banda Dehors e lettura di poesie.

 

Sia sabato che domenica  dalle 12 alle 20 sarà possibile visitare Isola Pepe Verde: un lungo viaggio, mostra a cura di Isola Art Center che racconta la genesi e la storia della nostra Associazione. Quando la Stecca e il parco adiacente furono demoliti per far spazio ai nuovi edifici, il quartiere fu lasciato senza un parco. L’Associazione Isola Pepe Verde si formò in risposta alla reale necessità di uno spazio verde in un quartiere pieno di cantieri, ma anche come simbolo di resistenza contro la pianificazione urbana dall’alto e la gentrificazione. L’associazione e i suoi membri hanno attivamente cambiato le proprie condizioni, impegnandosi e sforzandosi costantemente. La mostra d’archivio presentata nello spazio dell’ufficio di Isola Pepe Verde è una testimonianza di questo viaggio, dalle sue origini ad oggi.

È il racconto del percorso fatto fino ad ora, ma anche di quello che si spera di proseguire in futuro. Isola Pepe Verde, infatti, non è più solo un giardino, non è semplicemente un parco, ma uno spazio sociale i cui abitanti possono partecipare attivamente, proporre e coltivare progetti e relazioni. Il viaggio stesso continuerà, ci sono molte speranze e idee. La speranza più urgente è la possibilità di cambiare la destinazione d’uso dell’area del giardino, da spazio urbano edificabile a spazio verde pubblico.

 Qui il calendario completo zona per zona di Green City 2017.

Vi aspettiamo!